22 Luglio 2024

SALERNO, GUARDIA DI FINANZA CAMBIO AL VERTICE ARRIVA IL GENERALE CARBONE

 

Nella mattinata odierna, presso la caserma “Giudice”, sede del Comando Provinciale di Salerno, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento tra il Generale di Brigata Oriol De Luca ed il Generale di Brigata Luigi Carbone. Alla cerimonia, presieduta dal Comandante Regionale Campania, Generale di
Divisione Giancarlo Trotta, hanno partecipato i Comandanti di Reparto, gli Ufficiali, Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati e Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno ed i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia – Protezione Civile – Sezione di Salerno.

Il Generale di Brigata Oriol De Luca dopo tre anni al vertice delle Fiamme Gialle Salernitane, andrà a ricoprire il ruolo di Capo dell’istituendo VII Reparto “Innovazione e Tecnologia” del Comando Generale. Si conclude così un mandato caratterizzato da intensi impegni per il Corpo. Sotto la sua direzione, sono stati ottenuti numerosi ed importanti risultati nei principali comparti d’interesse istituzionale, quali il contrasto all’evasione fiscale, la repressione delle frodi nel commercio dei prodotti petroliferi, la scoperta di indebite compensazioni di crediti d’imposta e la lotta al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

 

 

Il Generale di Brigata Luigi Carbone, 54 anni, pugliese, in precedenza è stato, tra gli altri incarichi, Comandante Provinciale a Frosinone e Lecce. Proviene dal Comando Generale del Corpo, dove, negli ultimi 3 anni, ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Cooperazione Internazionale e Rapporti con Enti Collaterali del II Reparto. Laureato in Giurisprudenza e Scienze Politiche, ha frequentato il Corso Superiore di Polizia Tributaria, un ciclo di alta formazione di durata biennale con il quale la Guardia di Finanza forma la propria classe dirigente destinata a ricoprire incarichi di elevata responsabilità.

Ha conseguito, altresì, il Master di II livello in Diritto Tributario dell’impresa presso l’Università “L. Bocconi” di Milano.

About Author