Il Segretario Provinciale  UGL Igiene Ambientale Massimiliano Cafaro (foto) va all’attacco della Sarim e con una nota scuote la la sarim a sua detta inadempiente rispetto ad alcuni diritti dei lavoratori

QUESTO IL DOCUMENTO DI MASSIMILIANO CAFARO

La scrivente O.S. UGL igiene ambientale ( firmataria del CCNL di settore)  è presente in rappresentanza dei lavoratori su tutti i cantieri che opera la Sarim S.r.l.  con la maggioranza degli iscritti, però a tal uopo né  alla datrice e in alcune realtà non sta bene neanche alla parte politica in quanto la scrivente, pretende che si applichi il CCNL e i contratti di appalto, rigorosamente, non in ultimo la scrivente si è rivolta all’organo della anticorruzione ( nei comuni di Vallo della Lucania ed Agropoli), ma, il legame è talmente forte che mai nessuno è riuscito a rispondere sui quesiti posti, sulle mancate attività  che la società non svolge ( da contratto), né tantomeno dai mancati riconoscimenti ai lavoratori e, la scrivente più volte ha sottolineato la responsabilità civile e penale della retribuzione e, contribuzione del personale che opera sul territorio comunale. 

Spesso per motivi sconosciuti alla scrivente O.S. si opera con una grossa approssimazione evadendo le più elementari norme sulla sicurezza, sul lavoro, sulla libertà sindacale, sulle procedure di assunzioni che spesso sono assistenzialistiche, ma, soprattutto politiche, dimenticando che su molte realtà i lavoratori IN REGIME DI PART TIME con stipendi al limite della povertà 600/700 ero mensili, forse,  vallo della Lucania – Capaccio, ovviamente sotto inquadrati . 

in detti propositi, la scrivente O.S. con lunghe mediazioni  ( da anni )  ha cercato di evitare l’alea della vertenza, anteponendo la ragione a qualsiasi spesa infruttuosa in danno alla cittadinanza e, agli Enti, ma, purtroppo nostro malgrado la Società Sarim ( pur essendo parte integrante per la stesura dei contratti di settore presso la FISE – Ministero del lavoro-) applica cosa diverse da ciò che sottoscrive in danno ai lavoratori, TUTTO CIO’ con L’APPOGGIO DI ALCUNI SINDACATI DI COMODO, come più volte denunciato .

E, purtroppo la scrivente è stata costretta, Suo malgrado, ad adire le vie legali, nonché richiedere interventi degli organi competenti quali nucleo dei carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro, la ASL competente per il rispetto della sicurezza sul lavoro, l’INAIL per le opportune verifiche preventive sugli infortuni  ecc.        

la scrivente spera sempre che la Società rinsavisca sulle loro infruttuose decisioni che, nonostante le varie e vane richieste   ( anche con gli Enti appaltanti ) ma, ad oggi non vi è stata nessuna risposta certa di tutte le problematiche presentat

IL DOCUMENTO DELE COTESTAZIONI

Lavoratori sotto inquadrati ..Livelli superiori di 3° e 4° ( come da CCNL ) inquadrati a livelli inferiori e in alcuni casi ( Capaccio ed Agropoli ) gli autisti di 4° livello conducono autocompattatori  superiori a 65 tn con livello J ( quello più basso che esiste nel ccnl fise assoambiente). 

Orari straordinari ( sia per i lavoratori part time sia per i full time)  pagati ad orario normale ( senza le maggiorazioni previste dal CCNL)  e/o addirittura remunerati a Trasferta Italia ( senza contribuzione  ed esente da tassazione ). 

Il CCNL prevede 38 ore lavorative, mentre al Società ne considera  ancora 36 ( part time)  per pagare meno contributi 

Il CCNL  nuovo  prevede  €130 in buoni benzina La Società li ha dati  a buoni pasto ( io vorrei fare una denuncia alla guardia di finanza e all’ispettorato del lavoro. 

Assunzioni nuove ( Capaccio) a tempo indeterminato a 36 ore non 38. Mentre le penultime assunzioni a quattro ore….

Conteggi ROL e ferie non effettuati  in busta paga, conteggi ferie non esatti laddove sono presenti in busta paga. 

Sul Cantiere di Vallo della Lucania dopo aver segnalato in forma scritta  che alcuni lavoratori svolgevano mansioni superiori  ( da anni ) la Società a trovato un paleativo.. rimpinguando in busta paga un presunto periodo di differenza paga… ( secondo loro); ma, il diritto era già maturato . 

Di tutto ciò gli Enti appaltanti ( Agropoli e Vallo della Lucania) sono stati informati con ricorso del sottoscritto agli organi della Anticorruzione degli Enti stessi, ma, al momento ( come di consueto )  nessuna  presa di posizione.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js