24 Aprile 2024

STRADE FANTASMA ASSOLTO GENNARO RIZZO DI CARDILE EX FUNZIONARIO DELLA PROVINCIA AVEVA RIFIUTATO LA PRESCRIZIONE

Si è chiuso ieri il processo d’appello sulla cosiddetta “strada fantasma”. Alle ore 20:00, dopo le discussioni dei difensori e una lunga camera di consiglio, la corte d’appello di Salerno, presieduta dalla dottoressa Donatella Mancini, ha riformato la sentenza di condanna di primo grado, assolvendo Rizzo Gennaro, all’ epoca dei fatti funzionario della provincia di Salerno, difeso dall’avv. Domenicantonio D’Alessandro, per non aver commesso il fatto.

Rizzo aveva deciso di rinunciare alla prescrizione. Revocata la confisca e le statuizioni civili. Assoluzione da alcune imputazioni e non doversi procedere per prescrizione per le residue anche per di Sarli Luigi, difeso dall’avv Stefania Forlani. Dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti degli imputati Cuozzo, Riccelli, Sale con revoca della confisca e ridotta la pena per Volpe, Calenda e Bamonte. La sentenza di primo grado che già aveva dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione per alcune ipotesi di reato è stata confermata nel resto. Nel collegio difensivo tra gli altri gli avvocati Zecca, Dambrosio, Tedesco, Cacciatore.

About Author