16 Luglio 2024

AGRO NOCERINO SARNESE, LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA 60 KG DI BOTTI

Circa 60 kg di materiale esplosivo sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Salerno nel corso di un intervento finalizzato alla prevenzione e repressione della commercializzazione illegale dei fuochi d’artificio, intensificati in vista del Capodanno. Nel comune di Castel San Giorgio i finanzieri hanno sottoposto a controllo un uomo, trovando all’interno della sua auto 151 manufatti esplosivi non omologati per un contenuto esplosivo netto pari a 23 kg, detenuti in assenza di autorizzazione. La perquisizione della sua abitazione, nel comune di Sarno, ha permesso di trovare circa 13 kg di bombe artigianali, dette “cipolle”, non a norma e piene di polvere esplosiva, che venivano vendute come fuochi di artificio illegali, privi di marchi Ce. Dagli accertamenti le bombe sono risultate provenire da un grossista di Sarno, noto per precedenti specifici.

I botti sequestrati
 

Le ispezioni

La Procura di Nocera Inferiore ha quindi disposto la perquisizione dei locali e dell’abitazione riconducibili al fornitore, che ha permesso di sottoporre a sequestro ulteriori quantitativi di artifici pirotecnici per un totale di 22 kg di massa attività esplodente molto pericolosa, pronti per la vendita. Il tutto era custodito all’interno di una cantina collocata nelle immediate vicinanze di altre abitazioni e munita di uno scaldino da bagno in funzione, alimentato da una bombola Gpl piena. Il grossista, ricevute le ordinazioni, si avvaleva anche di spedizionieri per la consegna dei fuochi, che viaggiavano formalmente come “colli domestici” riportando addirittura la scritta in inglese “non dangerous goods” (beni non pericolosi), mettendo seriamente a repentaglio anche l’incolumità dei conducenti degli automezzi impiegati per il trasporto delle più conosciute aziende di corrieri espressi. I manufatti sono stati sequestrati e i due sono stati arrestati per detenzione illegale di materiale esplosivo.

About Author