24 Luglio 2024

ANGRI, SVOLTA NELLE INDAGINI PER L’OMICIDIO DI MARIO CAROTENUTO DUE FERMI

Sono due le persone poste in stato di fermo dai carabinieri – su disposizione della Procura di Nocera Inferiore – per l’omicidio di Mario Carotenuto, il 35enne di Angri trovato senza vita in una pozza di sangue, nella notte tra sabato e domenica, nei pressi dell’incrocio tra via Risi e via Da Procida. Si tratta di un imprenditore angrese di 40 anni, titolare di un noto locale della movida del centro storico, e di un suo collaboratore 30ennne di origini rumene.

Le indagini

Le indagini condotte dai militari dell’Arma – si legge di una nota della Procura – hanno consentito di ricostruire l’accaduto. In particolare, nella stessa serata di sabato, in due precedenti occasioni, Mario avrebbe disturbato i clienti e il personale di alcuni locali della movida del centro storico, provocando vere e proprie colluttazioni. La visione delle immagini estratte dalle telecamere di videosorveglianza della zona ha permesso poi di ricostruire tutte le fasi di preparazione ed esecuzione dell’omicidio consentendo di arrivare all’identificazione dei due presunti autori. I carabinieri, inoltre, hanno rinvenuto e sequestrato una mazza da baseball ed una pistola, utilizzate per l’agguato mortale. I due uomini sono stati rinchiusi, nella serata di ieri, presso la casa circondariale di Salerno.

About Author