30 Maggio 2024

CAPACCIO PAESTUM, ENNESIMO INCIDENTE A VIA MAGNA GRAECIA CUOCO GRAVE IN OSPEDALE

Via Magna Graecia a Paestum è come il lungomare san marco ad Agropoli, si trasforma in una pista da corsa con la gente che corre senza farsi scrupoli. E’ di stanotte, alle 2,30 circa, l’ennesimo incidente stradale,che ha visto coinvolte due auto a Borgonuovo. Nel violento scontro tra due auto, un giovane cuoco capaccese di 35 anni, P.C., è rimasto gravemente ferito. Intubato, è stato trasportato in codice rosso, all’ospedale “Ruggi” di Salerno, dall’unità rianimativa della Croce Gialla di Agropoli: i medici del nosocomio salernitano lo hanno ricoverato d’urgenza  in prognosi riservata.

L’IMPATTO

Per cause ancora da accertare, si sono schiantate la Fiat 500 guidata da un altro giovane di Capaccio Paestum, figlio del proprietario di una rivendita di materiali edili, e la Lancia Lybra del 35enne, sfondatasi completamente sul lato sinistro.

I SOCCORSI

A prestare i primi soccorsi al cuoco, impiegato presso il camping Mare Pineta di Paestum, sono stati i volontari dell’equipe dell’ambulanza medicalizzata dell’Associazione ‘Santa Luisa’ in servizio presso il Psaut di Piazza Santini: straziante la scena che ha visto anche conoscenti dello chef, che abita nella zona, prodigarsi nel tirarlo fuori dall’abitacolo letteralmente sventrato della vettura: nel violentissimo impatto, si è girata due volte su sé stessa sulla carreggiata. La Fiat 500, invece, ha arrestato la propria corsa finendo contro un grosso vaso antistante un’agenzia di assicurazioni locale: il conducente F.B., sotto choc per l’accaduto, a bordo di un’altra auto guidata da amici è tornato a casa, per poi essere sottoposto ad alcool test (risultato poi negativo) e riferire l’accaduto ai carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, diretti dal lgt. Giuseppe D’Agostino, i quali, insieme ai colleghi dell’Aliquota Radiomobile, hanno eseguito tutti i rilievi del sinistro.

IL PERICOLO DI VIA MAGNA GRAECIA

È da anni ormai che, in Via Magna Graecia, accadono incidenti gravi e letali a causa dell’elevata velocità con la quale automobilisti incoscienti percorrono, soprattutto di notte, il lungo rettilineo che dal centro urbano di Capaccio Scalo conduce all’area archeologica di Paestum, particolarmente pericoloso perché costellato di numerosi accessi laterali, intersezioni a raso ed interseca più centri abitati e commerciali, rendendo necessari provvedimenti drastici in termini di sicurezza stradale. Due mesi fa, una giovane mamma di due bimbi piccoli è stata travolta in bicicletta dall’auto guidata da una ragazza: da allora, versa in condizioni gravi in ospedale.

About Author