25 Aprile 2024

CAPACCIO PAESTUM, FUORI PERICOLO LA DONNA FERITA CON UN’ARMA DA FUOCO

Un giallo ancora tutto da chiarire. Ma che, in base agli elementi raccolti dai carabinieri, indirizzano le indagini verso una chiara pista: nella Piana del Sele, fra Eboli e Capaccio Paestum, è in corso una “lotta” fra gruppi rivali per il controllo delle piazze della droga con il coinvolgimento di personaggi della criminalità salernitana e torrese. È l’ipotesi investigativa portata avanti nelle indagini coordinate dalla Procura di Salerno guidata da Giuseppe Borrelli per risalire ai responsabili dell’agguato di venerdì pomeriggio a Ponte Barizzo, nel comune di Capaccio Paestum.

 

 

Due uomini, con il volto travisato dal casco a bordo di una moto, hanno esploso cinque colpi di pistola all’indirizzo di un’auto parcheggiata in una traversa, una Peugeot 2008, risultata noleggiata da un uomo che, a quanto pare, sarebbe il destinatario dell’avvertimento. Alcuni proiettili hanno sfondato il lunotto posteriore, un altro ha attinto il serbatoio. I carabinieri della scientifica hanno refertato i bossoli di una calibro 765. Nell’udire gli spari, una donna che abita nella zona si è affacciata ed è stata ferita al braccio destro. Si tratta di un 46enne polacca che, in base alle prime ricostruzioni, sarebbe stata scambiata per una familiare dell’effettivo obiettivo dei malviventi. La donna, trasportata al “Ruggi” di Salerno in codice rosso, è stata subito operata ed è tornata a casa, rifiutando il ricovero. Fonte La Città

About Author