24 Maggio 2024

GIOVANE SALVA UNA DONNA DALL’AGGRESSIONE E POI SCRIVE UNA LUNGA LETTERA SUI SOCIAL

Dramma sfiorato sulla SS18 ad Eboli, ieri, giorno di San Valentino. Carmine Q. si trovava alla guida della sua auto e ha notato in strada un uomo che stava picchiando una donna: il giovane, nonostante il traffico, ha fatto inversione per accostarsi al marciapiede e difendere la vittima che, nell’indifferenza degli altri automobilisti, veniva colpita ripetutamente dall’aggressore. Così, Carmine Q. ha allertato il 112: sul posto i carabinieri, per acciuffare l’aggressore che, vedendo i militari, si è tuttavia dato alla fuga, mentre la malcapitata è stata soccorsa dai sanitari del 118.

La riflessione di Carmine Q.

“Possiamo inaugurare panchine rosse ogni 100 metri di strada. Possiamo depositare corone di fiori agli angoli di ogni strada nel quale è stato consumato un femminicidio. Possiamo leggere l’elenco di  tutti nomi delle vittime ogni volta che ce ne sarà una da aggiungere. Possiamo sfilare in 10, 100, 100000 con delle scarpe rosse ai piedi in nome della violenza sulle donne. La verità è che saranno sempre e solo numeri di una statistica destinata a crescere, finché continueremo a girarci tutti dall’altra parte- ha scritto sui social il giovane intervenuto per salvare la donna –  Non sono un eroe, parola che si addice a molte altre persone ma non a me: ho fatto una cosa per me spontanea che rifarei altre 100 volte. Quello che i miei genitori mi hanno insegnato è prendermi cura dei più deboli. Che questo gesto non celebri il coraggio o l’eroismo, ma che sensibilizzi tutti a fare la propria parte nel mondo, in un modo o nell’altro. Non tutto è perduto, per un mondo migliore vale la pena lottare”.

About Author