Maledetti mezzi, scooter, moto e tutto ciò che è sulle due ruote. Giuseppe D’Aniello e Aniello Longombardi hanno perso la vita il 29 luglio a causa di due incidenti stradali avvenuti sull’aversana e a Sant’Egidio Montalbino. Una giornata macchiata da due lutti, due tragedie. Due giovani vite spezzate sull’asfalto: Giuseppe D’Aniello Aniello Longobardi, 28 e 18 anni, hanno perso la vita a poche ore di distanza l’uno dall’altro.

Il primo incidente è avvenuto ad Eboli nella tarda mattinata. È accaduto sull’Aversana dove è avvenuto un violento scontro tra uno scooter Sh ed un’automobile, un’Alfa Romeo Stelvio. Ad avere la peggio, purtroppo, il conducente del mezzo a due ruote, Giuseppe D’Aniello, 28 anni, imprenditore residente a Sant’Antonio Abate. Troppo gravi le ferite riportate in seguito allo schianto. Per il 28enne, molto conosciuto e apprezzato da tutti, non c’è stato nulla da fare.

Secondo le prime ricostruzioni, un suv Alfa Romeo avrebbe saltato una rotatoria, investendo uno scooter che proveniva dal senso di marcia opposto causando purtroppo la morte del giovane alla guida del motoveicolo. Sul posto la polizia municipale di Eboli e Carabinieri. Insieme a loro anche i vigili del fuoco del distaccamento di Eboli che hanno provveduto a rimuovere i mezzi incidentati. Troppo gravi, purtroppo, le ferite riportate dal giovane centauro in seguito all’impatto con l’auto. I medici del nosocomio della città della piana del Sele non hanno potuto fare nulla per salvarlo.

Ad avere la peggio, purtroppo, il conducente del mezzo a due ruote, Giuseppe D’Aniello, 28 anni, imprenditore residente a Sant’Antonio Abate, nella provincia di Napoli: soccorso dal 118, il giovane è stato trasportato all’ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli, dove poco dopo ne è stato constatato il decesso. Il corpo del 28enne è stato trasferito all’obitorio del nosocomio per gli accertamenti del caso; sul luogo dell’incidente, per i rilievi utili a ricostruirne la dinamica, sono invece intervenuti i carabinieri e gli agenti della Polizia Municipale.


incidente aversana eboli
La vittima. il 28enne Giuseppe D’Aniello

Arrestato il conducente dell’auto

Il conducente dell’auto, 49enne residente a Caserta, ieri pomeriggio è stato arrestato dai carabinieri per omicidio stradale e si attende che il provvedimento restrittivo, nelle prossime ore, venga convalidato dal gip del Tribunale di Salerno.

Il dramma di Aniello

Poche ore, a Nord del capoluogo di provincia, un altro dramma stradale. Ancora uno scontro tra auto e scooter: questa volta a farne le spese, il 18enne Aniello Longobardi, il quale si trovava a bordo del mezzo a due ruote in compagnia di un amico di 16 anni.


Incidente Sant'Egidio del Monte Albino
Il luogo dell’incidente

L’impatto è stato molto violento tanto che i due ragazzi sono sbalzati dallo scooter. Il 18enne, caduto sull’asfalto, è stato travolto da un’auto proveniente dalla direzione opposta, che lo ha trascinato per oltre 20 metri. L’amico è finito sull’auto che precedeva lo scooter. Aniello Longobardi sarebbe rimasto incastrato sotto l’auto che lo ha travolto.

Sul luogo sono intervenuti i sanitari del 118 per soccorrere i malcapitati. Purtroppo per Aniello non c’è stato nulla da fare: troppo gravi le ferite riportate. I soccorritori non hanno potuto fare altro che accertare il decesso del 18ene. Quasi illesi, invece, i conducenti delle due auto rimaste coinvolte nell’incidente. L’amico 16enne è stato trasferito all’ospedale di Nocera Inferiore. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: