21 Giugno 2024

LA COSTIERA AMALFITANA E’ IN LUTTO, MASSIMO DE ROSA LASCIA LA MOGLIE E UNA FIGLIA, FATALE L’INCIDENTE IN MOTO

Ve lo abbiamo raccontato oggi, leggi que, alle 13 un incidente tra due motocicli ha lasciato a terra 3 feriti un morto. Un giovane cameriere di Praiano, lavorava a Positano, di 35 anni Massimo De Rosa sposato con una bambina di 4 anni. La notizia ha sconvolto l’intera costiera amalfitana dove il problema degli incidenti è moto sentito.

L’uomo classe 1987 si trovava nei pressi di una curva con il suo scooter quando, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, si è scontrato con una moto ed è morto sul colpo. Sul posto sono arrivati i soccorsi del 118 con le ambulanze. Sull’asfalto il corpo ormai senza vita di De Rosa: residente a Praiano, cameriere in un ristorante a Positano, lascia la moglie e una bimba piccola. Sono invece ricoverati in ospedale il passeggero che viaggiava insieme al 35enne e la coppia che si trovava in sella alla moto coinvolta nel violento impatto. La notizia della tragica morte di De Rosa ha lasciato tutti senza parole nel comune di Praiano. Sgomenti  familiari e  amici dell’uomo, molto conosciuto e benvoluto.

 

 

Tanti i messaggi di cordoglio sui social. Rilanciamo quello di Salvatore Gagliano che su facebook scrive: ” “Che tragedia, che tristezza. Non si puo’ morire cosi’ a soli 35 anni ! Il caro Massimo, figlio di Antonio nostro grande e fedelissimo collaboratore da circa 30 anni e fratello di un altro affezionato collaboratore Luca, è deceduto in una curva maledetta nel territorio di Praiano. L’impatto fra due moto ha procurato la triste tragedia, e purtroppo è stato fatale. Al Caro  Papa’ Antonio, alla cara Mamma  Imma, ai cari fratelli Luca e Nicola unitamente alla giovane moglie ed alla splendida figlioletta, vanno le mie piu’ sentite ed affettuose condoglianze, unitamente ad i miei cari”

Andrea Cretella sui social aggiunge: ” Basta troppi morti in Costiera Amalfitana a causa di moto che circolano a forte velocità senza alcun controllo… in particolare nei giorni di sabato e domenica.Sono decenni che esiste questo grave problema. Sono tante le persone che hanno perso la vita ingiustamente e tragicamente e senza mai che le autorità competenti siano intervenute per porre fine a questa strage del sabato e domenica.La costiera amalfitana non è una pista per centinaia di moto, di grossa cilindrata , che circolano in modo spericolato ad alta velocità con sorpassi in curva che fanno rabbrividire .L ‘ associazione Mani Pulite di cui mi onoro di rappresentare lancia un appello al sindaco di praiano dott.ssa Annamaria Caso, a tutta la popolazione di Praiano , della costiera amalfitana… di organizzare un corteo di protesta , partendo dal luogo del tragico incidente che si è verificato oggi , affinché, il prefetto di Salerno , le autorità preposte , intervengano in maniera seria e concreta a salvaguardia della pubblica e privata incolumità…..basta perdere la vita cosi”.

About Author