Primi arresti  e ce ne saranno altri. La guerriglia dei tifosi della Paganese contro la Casertana sta avendo, come si prospettava strascichi pesantissimi. A seguito delle indagini condotte da Carabinieri e polizia si è, congiuntamente, proceduto all’arresto in flagranza differita di 7 tifosi della Paganese e 2 della Casertana, alcuni dei quali già in passato colpiti da provvedimento di Daspo. Sono stati, infatti, identificati gli autori, che erano rimasti, in un primo momento, ignoti, avendo agito con volto travisato da passamontagna, dei disordini che si sono verificati domenica a poca distanza dal “Marcello Torre “lungo il percorso per raggiungere lo stadio.

 

 

Le nove persone arrestate sono indagate, a vario titolo, per i reati di possesso il lancio di oggetti contundenti e fumogeni, di resistenza a un pubblico ufficiale, rissa, devastazione ed altri, in relazione alle condotte che hanno determinato, tra l’altro, l’incendio di un pullman di tifosi della Casertana, il conseguente danneggiamento di un edificio e di plurimi beni nell’area circostante, nonché il ferimento di uno dei carabinieri intervenuti a presidio dell’ordine pubblico. Il pm della procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha disposto la traduzione degli indagati indagati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa della fissazione dell’udienza di convalida dell’arresto.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js