E’ stata rinviata al 7 dicembre l’udienza preliminare per il processo a carico di Alfredo Erra il delinquente di Pontecagnano che il 1 marzo scorso ha ucciso Anna Borsa la sua ex ragazza di Pontecagnano mentre si trovava nel salone di bellezza dove lavorava. L’uomo si diofende con una lettera posta agli atti.

Il pubblico ministero insiste nell’accusa: “Un’esecuzione“. Perizia in ritardo, c’è il rinvio. L’udienza preliminare è slittata al 7 dicembre.

L’uomo che il primo marzo scorso uccise con un colpo di pistola l’ex fidanzata 30enne, che si trovava al lavoro nel salone di bellezza a Pontecagnano, in una confusionaria lettera depositata agli atti, ha fornito una singolare ricostruzione di quel delitto.

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda di Anna Borsa, ragazza uccisa dall’ex fidanzato Alfredo Erra. “Sparai per sbaglio” avrebbe detto l’uomo  in una lettera con cui l’imputato si difende.

Anna Borsa uccisa dall’ex, Erra si difende

“Fui spinto” avrebbe spiegato Erra. Una ricostruzione che non trova d’accordo il pubblico ministero che sottolinea: “Fu una esecuzione”. Intanto per il ritardo della perizia sull’arma usata dall’uomo, l’udienza preliminare è stata spostata al prossimo 7 dicembre.

La perizia

La perizia sull’arma è stata consegnata dai carabinieri  che hanno verificato sulla pistola trovata a disposizione di Erra se fosse stata la stessa ad uccidere la giovane. Si è risalito anche alla matricola che era stata abrasa e che avrebbe consentito di individuare i canali attraverso i quali Alfredo Erra abbia avuto l’arma. I militari non sono riusciti a visionare neppure i cellulari sequestrati perché rotti

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: