La ricorderanno per la tempesta di Santa Lucia quella che ha messo in ginocchio il capoluogo di provincia. Nello specifico, le raffiche più forti fino alle ore 20:00 sono state di 156km/h al Monte Partenio, 131km/h a Capo Carbonara, 129km/h a Monte di Procida, 127km/h a Roccadaspide, 126km/h a Capo Bellavista, 114km/h a Salerno, 111km/h a Olbia e Bacoli, 102km/h a Napoli, 100km/h a Ponza e al Monte Terminillo, 88km/h a San Marco dei Cavoti, 87km/h a Latina e Sezze, 86km/h a Formia, 85km/h a Viterbo e Battipaglia, 84km/h ad Ariccia, 83km/h a Pratica di Mare, 82km/h a Frosinone, 80km/h a Perugia e Fiumicino.

In termini pluviometrici, invece, ecco i dati delle località in cui ha piovuto di più sempre fino alle 20:00:

Lazio: 79mm a Genazzano, 59mm a Supino, 56mm a Formia, 54mm a Fondi, 50mm a Isola del Liri, 49mm a Lariano.
Campania: 143mm ad Acerno, 109mm a Pompei, 106mm a Salerno, 87mm a Monteforte Irpino, 82mm ad Avellino, 80mm a Cetara, 72mm a Gricignano di Aversa, 65mm a Giffoni valle Piana, 63mm a Candida, 60mm a San Potito Ultra, 59mm a Mercogliano, 57mm a Pignataro Maggiore.
Molise: 92mm a Campitello Matese, 91mm a Sepino.
Calabria: 101mm a Domanico, 86mm a Lattarico, 82mm ad Altilia, 80mm a Montalto Uffugo, 77mm a San Sosti, 65mm a Papasidero, 67mm a Belsito, 63mm a Paterno Calabro, 62mm a Laino Borgo e Nicastro.
Sicilia: 76mm a Caltabellotta, 59mm a Monreale, 56mm ad Aragona, 54mm a Canicattì, 53mm a Partanna, 52mm a Bivona, 42mm ad Agrigento.

Sono bastati pochi ma intensi minuti di pioggia per mandare in tilt Salerno. Città allagata in periferia ma anche al centro con la foto di piazza Portanova e via Roma allagate (foto figli delle Chiancarelle).

Ancora segnalazioni da Via Baratta e Via Guercio dove da tempo i residenti ed i commercianti della zona evidenziano tombini otturati o coperti dal manto bituminoso come evidenziato nelle foto. “E’ una vergogna – dice un residente a Salernonotizie -. Ogni volta che piove ci allaghiamo.

VIDEO VIA BARATTA E VIA GUERCIO

FOTO VIA BARATTA E VIA GUERCIO

Le scuole chiuse oggi.Il maltempo flagella il capoluogo e lo svilisce davanti agli occhi impietriti di una città incredula.La pioggia,il vento,il rumore del mare minaccioso sui muraglioni. L’acqua ha invaso i negozi,i garage,ogni ambiente possibile.Allagata la cittadella giudiziaria le immagino sono nel profilo agropolinews di instagram

Da Mercatello a Via Roma, da Torrione al Lungomare senza dimenticare i rioni collinari: acqua a fiumi, ovunque.

La situazione di via Baratta e via Guercio – i tombini sono otturati o ricoperti dall’asfalto,è allarmante. Una situazione frequente – denunciano i residenti – che hanno più volte segnalato, senza esito, la problematica a chi di competenza. Sottopasaaggi allagati ovunque.

Sono caduti alberi in angolo di Salerno nella centralissima via Roma, nei pressi del bar Rosa. E poi a piazza San Francesco, in via Pasubio a Mariconda, a Santa Margherita, rione Petrosino, zone collinari.

Due feriti,una mamma e la figlia sono state

portate in ospedale a Salerno in seguito alla caduta di un grosso albero che si è abbattuto sulla sede stradale nella centralissima via Roma

LA NOTA DEL COMUNE

A seguito delle intense precipitazioni che hanno interessato il territorio salernitano, si sono verificati non pochi disagi alla viabilità e allagamenti in diverse zone della città.Il comune di Salerno, sin dalle prime ore del pomeriggio, ha disposto la chiusura di tutti i parchi, che non riapriranno fino alla effettuazione di tutte le verifiche ritenute più opportune relative alla sicurezza e alla stabilità degli alberi. Anche i sottopassi, opportunamente presidiati, sono stati chiusi non appena le precipitazioni sono diventate più intense.Un’allerta gialla, quella diramata dalla Regione Campania, che è stata caratterizzata da fenomeni di particolare rilevanza. Ad un inevitabile disagio della circolazione iniziale per la caduta di alberi nel centro ed in altre zone della città, la macchina del Comune di Salerno si è attivata con unità di Protezione Civile e con il personale del Comando di Polizia Municipale.A supporto del comune si è organizzata in Prefettura una riunione cui hanno partecipato il Sindaco, gli assessori alla Mobilità e all’Ambiente, il Comandante dei vigili urbani, il responsabile della Protezione Civile e tutte le forze di polizia che hanno concorso con il personale dei vigili del fuoco e della polizia municipale in tutti gli interventi in corso a presidio del territorio per scongiurare eventuali situazioni di rischio.Al momento 50 interventi del Comando dei Vigili del fuoco e altrettanti ancora in corso. Rimangono situazioni critiche nella zona di Giovi dove sta lavorando personale dei vigili del fuoco e del comune per consentire ad alcune famiglie di tornare a casa. Il Comune sta effettuando un monitoraggio sulla stabilità degli alberi sui versanti per evitare rischio frane, nonché verifiche sul sistema fognario e sullo smaltimento delle acque meteoriche.È stata disposta la sospensione delle attività didattiche per la giornata di domani, sabato 14 dicembre, per le necessarie verifiche sul territorio cittadino.Si è registrata, inoltre, una frana che ha interessato la SS 163 nel comune di Maiori. La strada è attualmente chiusa. L’amministrazione provinciale ha effettuato numerosissimi interventi di viabilità rimuovendo una frana sulla SP 164 per evitare l’isolamento del Comune di Acerno.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: