28 Maggio 2024

SALERNO,ERGASTOLO PER I KILLER DI ANTONIO PROCIDA E ANGELO RINALDI

SALERNO – Era nell’aria.Carcere a vita Matteo Vaccaro , il figlio Guido e l’amico Roberto Esposito . Per i giudici non vi è alcun dubbio che siano loro i responsabili del duplice omicidio che esattamente tre anni fa insanguinò Fratte, lasciando sull’asfalto i corpi di Antonio Procida, 41 anni, e del 38enne Angelo Rinaldi . In aula, ad ascoltare la sentenza, ci sono i familiari delle vittime, costituitisi parte civile, e quelli degli imputati. Qualcuno scoppia in lacrime.Fu un delitto commesso per mantenere «il controllo del territorio ed assicurarsi il predominio criminale», ha detto nella requisitoria il pubblico ministero Silvio Marco Guarriello.Un agguato che ebbe il suo innesco nella campagna elettorale per le regionali del 2015, quando Vaccaro e le due vittime entrarono in contrasto per la gestione delle affissioni, ma che secondo la Procura affondava radici in un più ampio riassetto degli equilibri criminali.

About Author