21 Aprile 2024

SARNO, SPARATORIA IN STRADA PAURA E REAZIONI

A Sarno panico in strada. Scene da far west, nella serata di ieri, al Rione Europa dove cinque persone con il volto travisato e con i giubbotti antiproiettile, hanno sparato alcuni colpi di arma da fuoco e sono scappate via. Un vero e proprio commando armato che ha seminato il panico in zona. Potrebbe trattarsi di un raid punitivo. I malviventi hanno esploso dei colpi contro la vettura di un uomo con precedenti, probabilmente per intimidirlo per poi fuggire a bordo della loro auto. Mentre cercavano la fuga, il veicolo è stato intercettato da una pattuglia dei #carabinieri che hanno iniziato un inseguimento teminato in via Nunziante, dove l’auto con a bordo i banditi è andata a sbattere contro un’altra in sosta. I cinque si sono dati alla fuga a piedi, uno di loro è stato arrestato . Intanto è partita la caccia all’uomo con un vasto dispiegamento di forze dell’ordine. Sequestrate anche armi e giubbotti antiproiettile. Il video di quanto accaduto è stato postato dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che chiede maggiori controlli su tutto il territorio, non solo in virtù di questa bruttissima vicenda. E’ doveroso aprire immediatamente un tavolo di confronto tra istituzioni e forze dell’ordine conclude Borrelli.”

Alla base dell’episodio, secondo le prime ricostruzioni, ci sarebbe un raid punitivo. I malviventi hanno esploso dei colpi contro la vettura di un uomo con precedenti, probabilmente per intimidirlo per poi fuggire a bordo della loro auto. Mentre cercavano di scappare, il veicolo è stato intercettato da una pattuglia dei carabinieri. E’ quindi nato un folle inseguimento con la corsa terminata in via Nunziante, dove l’auto con a bordo i banditi è andata a sbattere contro un’auto in sosta.

Le cinque persone a bordo si sono date alla fuga a piedi. Una è stata arrestata, gli altri componenti si sarebbero dileguati verso il Monte Saretto, facendo perdere le tracce.

Testimoni oculari avrebbero udito il rimbombo di almeno due esplosioni di armi da fuoco. Sul territorio è attiva una vera e propria caccia all’uomo con un vasto dispiegamento di forze dell’ordine. Sequestrate anche armi e giubbino antiproiettili.

Il video di quanto accaduto ha in poco tempo fatto il giro dei social, a condividerlo anche il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Indagini in corso per far luce sulla faccenda.

Le reazioni e l’appello al Prefetto: “Lo stato deve intervenire”

“Sarno è diventata un far west, scene da panico, guardando un video che gira sui social sembra una scena da film. Un commando armato che agisce in pieno giorno ed in pieno centro deve allarmarci e non poco. Bisogna agire con urgenza”. A parlare è Domenico Crescenzo, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Sarno e vicepresidente dell’ assise cittadina.

“Quello che è successo ieri è di una gravità assoluta, un vero e proprio campanello d’allarme a cui bisogna subito agire per mettere la parola fine, per evitare una escalation di sangue nel nostro territorio. Purtroppo ieri è successo qualcosa di veramente grave, un vero e proprio commando armato ha agito tra la gente in un orario in cui in tanti erano ancora per strada, poteva essere una tragedia. Sarno non è abituato a queste cose tanto è vero che si è sempre distinta dagli altri comuni del territorio per essere un paese più tranquillo. Ma ora stiamo andando veramente oltre, sono troppi gli episodi che negli ultimi tempi stanno capitando. Non possiamo voltarci dall’altra parte e stare in silenzio, è arrivato il momento di agire con azioni concrete. Quello che spaventa ancora di più è il silenzio assordante del sindaco e la sua maggioranza che, dopo quello che è successo, non ha speso una parola”, l’affondo.

“Più volte in consiglio comunale e non come opposizione abbiamo sollecitato l’amministrazione comunale della brutta piega che sta prendendo la città, per il forte incremento della criminalità organizzata, ma soprattutto quello che preoccupa è il segnalato aumento indiscriminato dello spaccio e consumo di droga sul territorio. Puntualmente, nonostante le nostre ripetute segnalazioni nei luoghi deputati, il sindaco e la sua maggioranza hanno sempre fatto spallucce dicendo che a Sarno non esiste un problema concreto. Oggi, dopo i fatti di ieri, penso che sia arrivato il momento di agire con azioni concrete. Chiedere con urgenza al prefetto di Salerno la convocazione del comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica e aumentare i controlli sul territorio, per evitare una scia di sangue”, le parole del capogruppo di Forza Italia.

Sulla questione è intervenuto anche il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia Enrico Sirica: “Quello che è successo ieri è molto grave, da tempo stiamo dicendo che bisogna intervenire in tema di sicurezza, non bisogna girarsi dall’ altra parte. Gli spari a Rione Europa, in un quartiere popolarissimo, è un segnale forte che la città è completamente nel degrado e senza controllo. Più volte abbiamo sollecitato l’ intervento del sindaco e dell’ amministrazione, ora non si può perdere più tempo , è urgente un tavolo tecnico con il Prefetto e tutte le forze dell’ordine e se del caso chiedere da subito l’invio dell’ esercito. È inaccettabile, bisogna intervenire con urgenza per mettere un freno a tutto questo, altrimenti la situazione può prendere una piega ancora più grave, con conseguenze tristi”, dichiara Sirica.

 

Sparatoria a Sarno, panico in strada. L'appello al Prefetto: Bisogna  intervenire - Ottopagine.it Salerno

 

Europa Verde: “Scene da paese sud americano.”

“Siamo in costante aggiornamento per accertarci che tutti i banditi vengano assicurati alla giustizia e per conoscere in dettaglio le dinamiche dei fatti. – dichiara il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli– Un vero e proprio Far west. Scene da paese sudamericano. È questo ciò che sta diventando la nostra terra le cui strade in troppi casi sono da tempo off-limits per le persone perbene che rischiano di essere picchiate, accoltellate o essere investite da una pioggia di proiettili. Neanche il peggior disfattista avrebbe ipotizzato uno scenario del genere eppure è ciò che sta avvenendo. Eccessiva tolleranza, sottovalutazione del problema, sistema penale traballante che ‘regala’ benefici, attenuanti e condanne sempre troppo lievi anche a chi ammazza, ci hanno portato sul ciglio del baratro. Se non si vuole precipitare, occorrono condanne severe e un nuovo piano di sicurezza con una vera e propria task-force chiamata a riportare la legalità dove i criminali hanno preso il controllo della situazione. Che però non si pensi di trattare la questione come un’emergenza temporanea. Ci vorrà tempo, fermezza e dedizione per sradicare un problema che ha radici profonde.”

“Ciò che è successo lunedì nel tardo pomeriggio è molto preoccupante per la nostra comunità, non si hanno ancora notizie certe, forse un regolamento di conti, forse altro, ma assistere a immagini del genere da autentico Far West lancia un grandissimo campanello d’allarme nella nostra Sarno che già non dormiva sonni tranquilli in quanto nell’ultimo mese parecchie attività del centro sono state messe a Soqquadro da bande di ladri. L’unica nota positiva sembra essere che non ci sono stati feriti innocenti, questo è l’unico sospiro di sollievo. Chiediamo maggiori controlli su tutto il territorio, non solo in virtù di questa bruttissima vicenda, è doveroso aprire immediatamente un tavolo di confronto tra istituzioni e forze dell’ordine.”- queste invece le parole Roberto Robustelli di Europa Verde Sarno e Anna Cione co portavoce di Europa Verde a Salerno e provincia.

 

About Author