21 Luglio 2024

TRAGEDIA SULLA LITORANEA DI BATTIPAGLIA A LIDO LAGO UOMO AMMAZZA LA MOGLIE DOPO AVER FATTO USCIRE I FIGLI

MARCO AIELLO HA AMMAZZATTO LA MOGLIE MARIA TERESA TROISE A COLTELLATE Maria Rosaria Troisi uccisa dal marito a Battipaglia: 'Prima ha fatto  uscire i figli' | Notizie Audaci

 

Via Flavio Gioia è interdetta al traffico: il nastro rosso e bianco va da un capo all’altro della strada perché lì, in una delle abitazioni basse in località Lago a Battipaglia (in provincia di Salerno), s’è consumato un omicidio. Un idraulico di 38 anni, Marco Aiello, ha ammazzato la moglie Maria Rosaria Troisi a coltellate. È accaduto nel primo pomeriggio di oggi. La vittima, di 37 anni, era sola in casa quando è stata aggredita. Secondo voci che sono rimbalzate sui mezzi di comunicazione, i due figli della coppia, di 9 e 7 anni, sarebbero stati allontanati dal padre che poi ha compiuto il delitto: sulla circostanza i carabinieri della compagnia di Battipaglia stanno però compiendo delle verifiche. Di certo c’è che i bimbi sono stati affidati ai nonni. Il vicinato, invece, è sotto choc: Marco  e Maria Rosaria si erano trasferiti da poco in via Flavio Gioia. Lui era molto conosciuto per il suo lavoro, lei invece si vedeva poco in giro anche perché, forse, impegnata a sistemare le cose dopo il trasloco.

Battipaglia, fa uscire di casa i bambini e poi uccide la moglie a  coltellate: il femminicidio dopo una lite per gelosia

Alla notizia del femminicidio nel salone comunale dove era in corso un incontro pubblico con lo scrittore Maurizio De Giovanni, tutti i presenti, si sono fermati per un minuto di silenzio ed una preghiera per la 38enne uccisa: «Episodio gravissimo. Purtroppo la violenza sta diventando contagiosa», il commento di De Giovanni. «Siamo vicini ai familiari della donna uccisa – ha detto il direttore artistico del festival Luca Capacchione – ed in particolare ai suoi due figli». Poche ore dopo è arrivato il messaggio del sindaco Cecilia Francese: «Le istituzioni locali saranno vicine alla famiglia. Per il resto l’invito che continuiamo a rivolgere in modo pressante a tutte le donne è quello di denunciare senza esitare le situazioni di pericolo, le minacce e le violenze di cui sono vittime. Il Comune – ha detto – si è organizzato con strutture per dare una accoglienza alle donne che devono allontanarsi dalle famiglie per sottrarsi a situazioni di rischio. Così come l’Amministrazione è pronta a costituirsi parte civile in ogni procedimento giudiziario a danno di chi usa violenza in qualsiasi forma alle donne».
Il femminicidio di Battipaglia è il secondo caso di cronaca in Campania nella giornata di oggi. In mattinata a Calvizzano, comune in provincia di Napoli, un uomo di 77 anni, Luigi A., ha ucciso la moglie Rosaria D.M. con un colpo di pistola e poi si è tolto la vita con la stessa arma. Alla base dell’omicidio-suicidio le gravi condizioni di salute di entrambi: lui aveva un cancro ai polmoni, la donna era affetta da demenza senile. Una situazione dolorosa che si è declinata in tragedia.

About Author