29 Maggio 2024

A CAPACCIO PAESTUM LO SCEMO DEL PAESE E’ UN GRILLINO di Sergio Vessicchio

Ora ha preso di mira Palumbo e la sua amministrazione.Lo scemo del paese uno quaquaraqua prima comunista ora naturalmente trafugato nei grillini,invidioso,senza scrupoli,senza dignità e con le corna.Un miserabile indegno con la voglia di mettersi vari abiti pur di rompere le scatole all’opinione pubblica.Naturalmente per i professionisti e la gente che lavora è lo scemo del paese,un frustrato parassita di cui non si deve tener conto.E quindi lui va sui social,in un giornale non gli hanno mai fatto mettere piede pur essendosi fatto raccomandare,e provocando si fa replicare da altri 4 sciacalli sfaticati. Usa un profilo personale  e qualche gruppo.Noto cornuto(possiamo dire anche personaggi e interpreti)   abita a Capaccio paese e ha uno sport preferito fa il guardone,il voyeur(in due circostanze le ha anche prese possiamo raccontare personaggi e interpreti).Ha una faccia da schiaffi e solo per il vivere civile la gente non lo picchia ma meriterebbe di essere preso a calci ogni momento.Un elemento di disturbo,un cattivo il quale sapendo di essere schifato da tutti non ha avuto il coraggio di candidarsi e ha mandato avanti i prestatomi. Adesso ha preso di mira Palumbo e la sua amministrazione,un giorno contro la Palmieri,un altro contro Aprea,poi attacca la Montechiaro la quale lavora sodo impegnandosi h 24 e tutti gli altri i quali bene o male si stanno dando da fare.Un fallito invidioso che ha adottato lo stesso sistema anche con Italo Voza e in passato anche con altri sindaci tra cui Marino.Lo hanno tenuto fuori  da ogni azione amministrativa  anche perchè è risaputo che ha le zampe  lunghe ed è stato trovato con le mani nella marmellata più di una volta(possiamo dire fatti e circostanze).Un zozzoso capace di cambiare le verità con bugie,di irritare la gente,di ironizzare sulle persone per bene.Un cafone intellettuale vittima della sua ignoranza.Il solito comunista che ha odio sociale e ce l’ha con chi ha saputo darsi da fare nella vita.Purtroppo a Capaccio Paestum queste figure le fanno esprimere pure ad Agropoli sarebbe già volato dalla rupe,nell’agro nocerino no ne parliamo.Si ostina a voler fare opinione rimane lo scemo del paese che crede di condizionare e che ha avuto un po di spazio grazie e facebook mentre prima per gridare la sua frustrazione o faceva l’ambientalista,o faceva l’animalista o si travestiva  da  verde partendo dal PCI.Ora fa il grillino  e si permette di sfottere la gente perchè i grillini hanno preso il 32% fra l’altro perdendo le elezioni numericamente in percentuale e in numero di voti.A Capaccio Paestum dunque lo scemo del paese e’ un grillino e quindi i generi hanno pareggiato tanto la palma di scema del paese a “quella lì” non gliela toglie nessuno.IHIHIHIH Sergio Vessicchio

About Author