Il ministro Bellanova si è commossa dopo il provvedimento che ridà dignità,fiducia e grande solidarietà a quelle persone che già da tempo lavorano e vengono sfruttati e che arrivando in Italia si sono visti togliere anche un nome.Ora non sono invisibili,sono reali.Sono regolari,hanno un nome,un congnome,una identità e una forza con la quale potranno prima di tutto aiutarci ad uscire dalla crisi e poi a completarci come popolo.Purtroppo in Italia c’è troppo razzismo e questo rappresenta una vergogna assoluta per il nostro Paese,un punto debole,il tallone di achille della nostra cultura.Un popolo insuperbito e senza pudore ha dimenticato il senso dell’accoglienza,del rispetto e della solidarietà strappando le pagine del vangelo e della bibbia che da secoli avevano indicato la strada dell’amore verso il prossimo.

La parabola Cristiana era ricca di spostamenti e di faticosi esodi,le traversate,come quella di Cristo nel deserto,erano statate portatrici di valori e di nuove conoscenze.

L’italia e il resto del mondo sembrano aver smarrito questa strada e coloro che arrivano cercando lavoro,benessere,scappando via dalle guerre,si sono spesso trovati di fronte alle tirannidi dei popoli cosiddetti emancipati.Troppa cattiveria,troppo menefreghismo,troppi maltrattamenti,troppi morti in mare senza nomi,troppo razzismo hanno mutato la nostra identità facendoci diventare non seguaci di Cristo ma complici di un sistema nefasto nel quale non ci riconosciamo.E l’emergenza attuale può essere un segno chiaro ed inequivocabile che siamo sulla strada sbagliata e bisogna virare verso atteggiamenti più consoni a quelle che se sono le indicazioni Divine.Per questo motivo individuiamo nelle lacrime di gioia e di commozione del ministro Bellanova(una che avevamo anche deriso al momento del giuramento)come un primo segno di cambiamento e come una virata per intraprendere finalmente la strada giusta,quella indicata dal Signore(AVRO’ FAME E MI DARAI DA MANGIARE,AVRO’SETE E MI DARAI DA BERE E VIA DICENDO – QUELLO CHE FARAI AL PIU’ PICCOLO DEI MIEI FRATELLI LO HAI FATTO A ME).Oggi la Bellanova rappresenta il punto di partenza di una nuova condotta,un primo passo verso la strada giusta.Le lacrime sono solo delle piccole goccie di bontà che rappresentano il vero cuore di un anti razzismo che deve prevalere su tutto.Grazie ministro con tutto il cuore.Sergio Vessicchio

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: