EDITORIALE

L’ITALIA E’ INDIETRO PERCHE’ CI SONO I COMUNISTI di Sergio Vessicchio

In Olanda il problema dell’acqua alta lo hanno risolto ormai da tempo.Nei Paesi Bassi si è lavorato per evitare l’invasione dell’acqua e per fermare sul nascere un problema naturale.Non a caso si chiamano Paesi Bassi.In Italia a Venezia il Mose è fermo dalle lungaggini burocratiche,dalle proteste dei verdi,dal blocco delle sinistre che hanno messo mille balzelli per non far completare l’opera.La burocrazia è in mano alla sinistra,gli ambientalisti sono di sinistra,il resto lo hanno fatto i politici di sinistra,molti magistrati sono di sinistra e intervengono facendo politica .Quando diciamo di sinistra vogliamo indicare comunisti.E non ci rompete i coglioni sostenendo che non ci sono più i comunisti,ci sono eccome.Hanno solo cambiato il loro nome.Si fanno chiamare ambientalisti,girotondini,no global,arcobaleno,democratici,rifondaroli,grillini,centri sociali e tante altre sigle.Sono in minoranza ma si trovano ovunque e bloccano l’Italia.Torrenti pieni,non si possono pulire protestano gli ambientalisti.Si deve fare una strada,protestano gli ambientalisti,si deve programmare ecco le leggi contro la crescita  per bloccare gli insediamenti.Si deve fare il ponte sullo stretto e loro dicono di no,si deve fare la Tav e loro si oppongono.Si fa una manifestazione politica e loro protestano.Provate a dire a qualsiasi sindaco di far pulire un vallone o un fiume e vedete cosa vi risponde.Subito arriva l’avviso di garanzia.Questo per dirne solo qualcuna.E L’Italia è indietro perchè è bloccata dai comunisti.Inutile che ci giriamo intorno,l’italia è una nazione dove ci sono troppi comunisti e quindi è uno Stato indietro di 50 anni rispetto agli altri.In Italia è il Paese dove ci sono più comunisti. Sono pericolosi per la crescita,per lo sviluppo e per il sostegno alla gente.

 

Quella comunista è una dittatura perchè in 70 anni hanno vinto  solo una volta le elezioni(1996) ma sono sempre al governo.Dietro il pannello della costituzione fanno mille imbrogli di palazzo pur di non cedere il passo all’altra parte politica.L’alternativa ai comunisti non sono i fascisti,quelli sono stati bocciati dalla storia e non torneranno mai più.Ma i comunisti, che invece ci sono e l’Italia ne sta pagando le conseguenze amaramente,vi diranno sempre che chi non si dichiara comunista è un fascista.Mentendo sapendo di mentire,agitando spauracchi non veri e facendo terrorismo.Questa è oggi l’Italia riassunta in poche righe.Per 50 anni c’è stata la democrazia Cristiana che ne ha bloccato in parte il terrorismo politico insieme ai cattolici poi i comunisti si sono inventati tangentopoli,da quel momento la crescita italiana arrivata alla 5 potenza mondiale si è decisamente bloccata perchè Berlusconi lo hanno indebolito con le fasulle inchieste giudiziarie e loro,approfittando della mancanza di riferimenti di Belrusconi nei posti che contano(La Dc li era forte, Csm in primis) hanno colpito il cavaliere come avevano tentato di fare con Andreotti e altri, forti però dei loro riferimenti nelle corporazioni che contano.

 

La guerra agli anti comunisti i rossi la fanno ogni giorno e in tutte le maniere,in tutti i settori,in tutti gli ambiti,in tutti i posti.I comunisti hanno l’odio sociale come bandiera.Ricordate gli insulti al popolo della libertà,ai democristiani o l’odio generato dai grillini provenienti quasi tutti dai centri sociali e venitemi a dimostrare il contrario.Il loro verbo è solo fango contro chi non la pensa allo stesso modo.Il governo attuale è il concentrato perfetto dei comunisti al potere.Purtroppo dobbiamo registrare la mancata crescita dell’Italia per la loro presenza corporativa.L’Italia anti comunista non può essere considerata fascista ma è l’Italia che vuole svilupparsi,crescere,rimodernarsi,collegarsi all’Europa e al resto del mondo.Questa è l’Italia che non vuole i comunisti.Ed è la maggioranza ma sta all’opposizione nei palazzi delle decisioni.Ecco spiegata la decrescita e lo sfascio italiano.Senza i comunisti l’Italia era cresciuta a tutti i livelli arrivando ad essere la quinta potenza mondiale,con i comunisti è un bordello internazionale perchè i rossi non sono PER ma sono CONTRO.E’ la loro natura.Bisogna combatterla con le armi delle democrazia,della proposta e della pace.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.