Il degrado ha toccato punte mai viste ad Agropoli. L’abbandono della città, una politica incapace di decidere e amministrare, un sindaco tra i più scarsi e inefficienti mai visti porta al disastro degradante. E’ tutto un bordello. Agropoli cola a picco mentre i comuni vicini esaltano la loro proposta e ricezione grazie ad una politica seria e programmata. Ad Agropoli è un’improvvisazione fuori del comune. Ieri sera si è toccato il fondo. Una mega rissa familiare è sfociata con 4 ricoveri, in pieno centro ha turbato la serata.

A ridosso della piazza centrale due famiglie di Nola appartenenti allo stesso ceppo se le sono suonate di santa ragione provocando un fuggi fuggi generale con urla, schiamazzi, grida di ogni genere, improrperi, donne picchiate. Una cosa insostenibile frutto del degrado in cui versa Agropoli. Ci direte cosa c’entra la politica, c’entra e come purtroppo. Una programazione seria porta gente di alta qualità, l’abbandono e il degrado porta la città ad essere accessibile a tutti anche alle persone che del viver civile se ne fanno un baffo. I carabinieri stanno identificando i protagonisti della vicenda e probabilmente scatteranno le denunce ma serve a poco. La figuraccia per Agropoli è evidente. I video della rissa sono ormai su tutti i telefonini perchè stanno girando, c’è chi ci ride sopra, c’è chi li cancella, c’è chi invita a riflettere. Le forze dell’ordine indagano: le persone coinvolte rischiano la denuncia per lesioni personali.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: