INDIGNATA FRATELLI D’ITALIA:  MAI CON SPINELLI, LA STORIA DEL COMUNICATO INVENTATO

Non ha pace il centrodestra ad Agropoli. Mentre i partiti cercano di trovare un’intesa dopo sgli sfaceli che hanno fatto in tutta la provincia dove hanno perso ovunque, ad Agropoli il tentativo di unire il centrodestra e vincere le elezioni è soltanto una chimera. La vergognosa invasione di campo dell’ex sindaco di Castellabate fallito al senato , fallito alla regione e fallito alle scorse comunali di Castellabate per i fatti ben noti ora tenta, senza che ci sono le condizioni giuste di partecipare alle elezioni di Agropoli spaccando il centro destra e sostenuto da gente fallita politicamente. Gisella Botticchio candidata con la sinistra bocciata, ripescata e passata all’opposizione per vendetta contro Adamo Coppola perchè ha fatto la zona a traffico limitato davanti al suo negozio e perchè non l’ha nominata presidente di Agropoli servizio. Una donna(?) alla ricerca delle poltrone e del potere che abbaia in tutti i contesti di Agropoli senza avere nessun seguito. Caccamo lo conosciamo tutti. E proprio perchè tutti lo conoscono è stato sonoramente bocciato ogni volta che si è candidato, il popolo lo ha sempre rifiutato. Ha messo insieme solo figure di merda e ha ancora la faccia tosta di riproporsi andando a fomentare uno che ancora non lo conosce Costabile Spinelli perchè sa che ad Agropoli non se lo prenderebbe nessuno. A sostenere la candidatura di Spinelli anche l’ex presidente del consiglio comunale di Agropoli nell’amministrazione Alfieri bis Luca Errico . E dopo lo stop arrivato dal coordinatore di Forza Italia Emilio Malandrino(leggi qua) ha pressato andando a Roma e facendo fare un comunicato (inventato) volutamente inviato da Costabile Spinelli a redazioni amiche ( alle quali versa contributi vero agenda Politica e non solo) e guarda caso non a tutti, Questo il testo di un comunicato farlocco “ Napoli, 30 Novembre – Il Coordinamento Regionale di Forza Italia, a seguito della nota stampa diramata dal coordinamento cittadino di Agropoli, con a capo Emilio Malandrino, tiene a precisare che per tutti i comuni con più di 15.000 abitanti chiamati al voto la prossima primavera, come la Città di Agropoli, la prerogativa della scelta del Candidato alla carica di Sindaco spetta – solo ed esclusivamente – al tavolo di coordinamento regionale e provinciale, insieme a tutti i partiti alleati di Centro Destra. Pertanto nessuna posizione espressa al di fuori degli organi preposti può rappresentare Forza Italia.” Questo comunicato al partito ufficiale di Agropoli non sanno nemmeno dell’esistenza, insomma è una artifizio stile grillino, d’altra parte chi pratica lo zoppo impara a zoppicare. Anche perchè è da tempo che Forza Italia non emette comunicati a nessun livello se non a livello locale. Si tratta di un comunicato inventato.

In seguito a questo comunicato si registra la risposta di Forza italia di Agropoli, Emilio Malandrino scrive: “

Solo per dovere di precisazione comunico che Non è pervenuta , al momento, alcuna nota del coordinamento regionale di Forza Italia  in relazione alle prossime consultazioni amministrative di Agropoli del 2022.

Ciò nonostante, nel ribadire la stima nei confronti del coordinatore regionale On. MIMMO DE SIANO, al quale mi lega oltre che il leale e straordinario rapporto politico, anche una decennale amicizia personale, sono certo e convinto che, ugualmente in linea con il suo pensiero, la scelta del candidato di una realtà locale passa assolutamente e prioritariamente attraverso le doverose valutazioni degli organismi cittadini prima ancora che dai tavoli provinciali e regionali.

Ad oggi, ribadisco e sottolineo anche a nome dei partecipanti alle trattative locali per l’intera area di centro destra e partner allargati,  non ci sono assolutamente le condizioni di opportunità e proponibilità di una candidatura, ancorché difficile ed impervia, rappresentata da un esponente politico che non appartenga alla comunità locale.

Chiunque voglia fare una strada diversa è LIBERO ed AUTONOMO, ma certamente non sarà espressione di una scelta condivisa con chi, da sempre, rappresenta la realtà cittadina locale di area  centro destra.

Pertanto, colgo l’occasione, per consigliare ancor più con forza, all’amico Costabile Spinelli, di abbandonare definitivamente l’idea di una                    ” improbabile ” sua candidatura ad Agropoli, a mio avviso, ne perderebbe di credibilità, stima, apprezzamento e dignità rispetto alla sua storia politica e personale. Dott. Emilio Malandrino   Commissario Cittadino 

Si è trattato dunque di un ennesimo sotterfugio per gettare disordine nel già molto articolato centrodestra ad Agropoli. Non si registrano ancora dichiarazioni del candidato del Centrodestra Giovanni Basile mentre tutto questo ha provocato una reazione non ufficiale ma ufficiosa e di indignazione in Fratelli d’Italia dove Spinelli è stato da assessore provinciale tranne poi abbandonarlo per aver la candidatura al senato in Forza Italia e qui il taglio è stato netto da parte di Cirielli e iscritti. Pino Coccorullo non ha fatto dichiarazioni ma con il commissario cittadino Enzo Pignataro ad Agropoli e con tutto il partito della Meloni il disappunto è notevole. Fanno sapere che non appoggeranno mai la candidatura di Spinelli e fanno sapere di aver avuto già contatto con Basile sul quale è già andato anche il partito di Cambiamo. Anche la lega sta ragionando sul nome di Giovanni Basile in sintonia con Fratelli D’Italia e nei prossimi giorni ci sarà una stretta per cercare di portare il nome unitario a livello provinciale. Per questo motivo Spinelli è solo ed esclusivamente una candidatura di rottura e francamente Agropoli merita ben altro. Sergio Vessicchio

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: