17 Giugno 2024

BELLIZZI, TENSIONE DURANTE UN COMIZIO ELETTORALE ESPLODE LA RISSA

Momenti di tensione, ieri pomeriggio, a Bellizzi, dove si è verificata una rissa durante il comizio del candidato a sindaco Nicola Pellegrino. Alcuni suoi supporters, infatti, sarebbero stati aggrediti sia fisicamente sia verbalmente dai sostenitori di un altro candidato a sindaco per motivi in corso di accertamento. Sul posto si è reso necessario l’intervento dei carabinieri, che, in queste ore, stanno ricostruendo l’accaduto e identificando tutti i partecipanti (aggressori ed aggrediti) alla rissa. Tra i feriti un poliziotto e sembra anche un disabile.

La denuncia

Dal canto suo, Pellegrino ha denunciato l’episodio proprio durante il suo comizio: “Grazie per averci continuato a seguire. Non riesco a capire come si è arrivati a livelli così bassi in questa città, come arrivati allo squadrismo, all’aggressione in un comizio pubblico alla presenza di famiglie, bambini, donne, disabili. Com’è arrivata a questo la politica di Bellizzi?” si è domandato l’aspirante sindaco, che ha poi aggiunto: “Una rissa da bar per questioni inesistenti, perché volete imporre la vostra visione ai cittadini? Viviamo in una democrazia, non in una dittatura. È stato colpito un poliziotto, un disabile, ho visto donne piangere, bambini spaventarsi. Ma cos’è tutto questo? E poi – ha detto rivolgendosi agli avversari – volete accusare noi? E’ un mese che andiamo in giro per le strade, che parliamo con la gente in strada e non è mai successo niente. Resto mortificato perché Bellizzi non si merita questo. Noi, comunque, non abbiamo paura di dire quello che vogliamo fare. Non ci fermerete con la violenza o con l’aggressione verbale. Vogliamo liberare la città dalla paura”.

About Author