Una deputata e un consigliere regionale rispettivamente una che si chiama Bilotti e l’altro del posto chiamato Cammarano sono stati  messi all’angolo dal sindaco Palumbo su di una questione che non si sa per quale motivo stanno agitando.I due avevano prodotto in questa settimana due interrogazioni su presunti abusi nell’area archeologica di Paestum, con il consigliere regionale Michele Cammarano ad interrogare la Giunta del presidente Vincenzo De Luca e con la deputata Anna Bilotti ad intervenire, chiedendo spiegazioni al Ministero per i Beni Culturali..Entrambi sollecitati da persone che a Capaccio politicamente valgono  quanto il due di spada  tal Bernardo sonoramente bocciato dall’elettorato e il suo suggeritore quello che abita a Capaccio paese e che non ha avuto la faccia di candidarsi ben sapendo che tutta la popolazione lo evita.A proposito stiamo ancora aspettando da Camamarano la pubblicazione della sua dichiarazione dei redditi prima e dopo la sua elezione a consigliere regionale.A dire il vero chiedemmo anche lumi sull’impiego della moglie in banca.Non ha mai risposto.Ma torniamo all’argomento che i due grillini stanno tenendo desto e sul quale si registra la nota del sindaco Palumbo.

LA NOTA DEL SINDACO DI CAPACCIO PAESTUM FRANCO PALUMBO

Prima del rilascio del titolo abilitativo – scrive Palumbo – per il restauro ho chiesto sia alla Soprintendenza, sia all’Ufficio Tecnico Comunale se fossero stati rispettati tutti i crismi di un restauro conservativo. In tale senso, ho avuto tutte le rassicurazioni che si tratti di un restauro conservativo come previsto dalla legge 220 del 1957. Sono sempre sensibile a questo genere di questioni avendo richiesto e ottenuto l’abbattimento di strutture inguardabili e abusive nell’area archeologica, per cui ho disposto un sopralluogo nell’agosto scorso da cui sono emerse alcune difformità nella distribuzione del volume durante l’esecuzione. A quel punto, il responsabile dell’ufficio ha ordinato il ripristino e il titolare ha a disposizione 90 giorni per potersi mettere in regola. L’iniziativa, della quale ho appreso dai giornali, può farmi solo piacere per verificare, ancor più, se tutta la procedura sia stata rispettata. Un dato è certo: al Comune non risulta alcuna autorizzazione che consenta un’attività di ristorazione o di albergo”.

Politica leale e coerente richiede le dimissioni dei due ma figuriamoci se le daranno mai.Perchè la Bilotti e Cammarano continuano a sollecitare le istituzioni su questo?E perchè insistono a dare retta a dei trombati politici quali i grillini capaccesi ai quali le scorse elezioni la gente ha dato una bocciatura esagerata visto che ovunque il movimento del condannato delinquente Beppe Grillo prende voti tranne che all’ombra dei templi? Bilotti e Cammarano ne prendano atto e invece di fare interrogazioni le cui risposte sono scontate provvedano ad azzerare i vertici del movimento locale e li rottamino perchè di questo passo ad essere rottamati dalla politica saranno loro e poi “ai voglia di fare clik” non c’è computer che tiente. Rinnoviamo l’invito al consigliere regionale Cammarano di pubblicare la sua  dichiarazione dei redditi prima e dopo la sua elezione lo facciamo sapendo che non lo farà mai.Aspettiamo.Sergio Vessicchio 

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js