28 Maggio 2024

CAPACCIO PAESTUM, ELEZIONI AMMINISTRATIVE BEN TORNATA NELLINA

Alfonsina Montechiaro detta Nellina è presente nella lista UNITI PER CAPACCIO PAESTUM a sostegno di Franco Alfieri, non si tratta di una novità ne di una sorpesa perchè da tempo aveva spoilerizzato la sua presenza a sostegna di Franco Alfieri dopo aver fatto un passo indietro 5 anni fa. Quelle nuovole che si addensarono sulla sua candidatura si sono definitivamente sciolte e il sereno è tornato. In questo periodo però Franco Alfieri l’ha tenuto impegnata con una serie di incarichi che lei ha onorato nel migliore dei modi con quella fattibilità che piace proprio al sindaco Alfieri. Sempre disponibile, elegante, precisa e molto attenta ai cambiamenti ma anche alle richieste del territorio, non a caso riesce ad ottenere grandi consensi nell’opinione pubblica capaccese e non solo. Intorno a lei un comitato di sostegno con donne e uomini pronti a non farl mancare l’appoggio necessario.

 

 

Nellina ti mette subito a suo agio, è una donna come poche con la disinvoltura di chi sa di essere dalla parte giusta e di non temere niente. Nellina Montechiaro sa incrociare bene l’impegno familiare con quello professionale e sociale-politico, pronta a mettersi a disposizione della comunità come ha sempre fatto da cittadina e da politico. Sono tante le donne al suo fianco a dimostrazione di una leaderschip conquistata sul campo. E’ una figura che prende anche sotto l’aspetto giornalistico perchè forse a differenza di tanti uomini lei ha tenuto  duro nei momenti più difficili riuscendo a non farsi condizionare dai tempi e non si è fatta travolgere dagli eventi. La candidatura con Franco Alfieri è la logica conseguenza del modus operandi politico al quale la stessa Montechiaro si ispira  adottato dal presidente della provincia, figura ormai troppo importante per tutto il territorio. Buon lavoro alla signora Montechiaro e ben tornata nella politica attiva e magari altre donne come lei  seguano l’esempio perchè le donne in politica oggi danno tante garanzie, Meloni Schlein docet. Sergio Vessicchio

About Author