24 Giugno 2024

CAPACCIO PAESTUM, SFIDUCIA A PALUMBO PAGANO E MUCCIOLO PROSCIOLTI TOTALMENTE

                                                       Riceviamo e pubblichiamo

Nota inviata dell’avv. Giuseppe Scorza, legale difensore dell’ex presidente del Consiglio comunale, Carmelo Pagano, e dell’ex consigliere comunale Fernando Maria Mucciolo (nella foto), coinvolti nella   vicenda giudiziaria inerente la sfiducia all’ex sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, che ha visto di recente il proscioglimento di tutti gli indagati, da tutte le accuse, da parte della Procura della Repubblica di Salerno.

A nome di Carmelo Pagano e Fernando Maria Mucciolo, esprimo soddisfazione per l’avvenuta archiviazione del procedimento penale in cui erano coinvolti e relativo alla sfiducia rivolta all’allora Sindaco di Capaccio Paestum, il compianto Francesco Palumbo. La definizione è intervenuta il 29.04.2024 da parte dell’Autorità Giudiziaria competente, su prodromica istanza avanzata dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Salerno. Il Provvedimento definisce la complessa vicenda – che attingeva i Consiglieri Comunali Pagano e Mucciolo, unitamente anche ad altri Componenti dell’Assise Cittadina – chiarendo il quadro di liceità in cui intervenivano le valutazioni di carattere politico, su cui si fondarono le decisioni di concludere l’esperienza dell’Amministrazione Palumbo alla guida di Capaccio Paestum. Inoltre, l’ampia attività di accertamento compiuta in seno al detto procedimento ha avuto modo di lumeggiare la totale inattendibilità e/o la strumentalità dei soggetti propalanti, che – infondatamente – tratteggiavano scenari oscuri sullo sfondo della vita amministrativa e politica di Capaccio Paestum. Chiaramente, costoro saranno chiamati a rispondere – oltre che alle proprie coscienze – nelle opportune sedi, per valutare la genuinità e la legittimità della propria azione. Inoltre, i Consiglieri Pagano e Mucciolo avvertono rinvigorito il loro sentimento di fiducia nella Magistratura, fede con cui hanno partecipato e vissuto questo cammino. Che dire, il tempo è galantuomo e restituisce a ciascuno il proprio carico. Dunque, i miei assistiti possono dedicarsi con animo rinfrancato all’impegno pubblico che li attende, certi che le loro persone non proiettano ombre fosche. 

About Author