(Giovanni coscia)  – La crisi non esiste, ed in riferimento a quella di governo ed al mercato delle vacche, quella che stiamo subendo passivamente, lasciandoci crede che molto non funzione, altro non è che un grande gioco di potere e che noi italiano, non dobbiamo sapere, Ma credono di avere a che fare con gli imbelli, perché noi Italiani sappiamo tutto o quasi. In pratica, oltre alla emergenza sanitaria, vi è quella politica ed insieme viaggiano all’unisono o magari a braccetto, senza sosta alcuna. Cercano di darla da bere a tutti, chiaro il concetto? E quindi la classe dominante oligarchica, ovvero quella che gestisce il potere e quindi le strutture sovranazionali che decidono cosa devono fare i governi, procede con notevole successo, ma soprattutto con notevole profitto. Tutto quindi, secondo copione prestabilito. Questo 2021, sarà un anno che prevede ancora tanti lock down, e porterà a compimento un tassello decisivo del programma di marcia dei padroni del cosmopolitismo e del capitalismo globale.

Tra le crisi notevoli di commercianti e p. iva , e tante altre attività, a giovarne saranno i colossi mondiali delle vendite on line, che distruggeranno il mercato di sempre. Mi pare che sia chiaro e nitido l’intento di colpire ancora con chiusure forzate che non uccideranno di certo il virus, ma l’economia quotidiana. Infatti, il lock down durato mesi qui in Italia, abbiamo avuto il più alto numero di morti in Europa e forse del mondo intero. Il Lock down serve ad uccidere le attività locali con la complicità di inesperti al governo che giocano sulle nostre spalle. Si colpiscono i ceti medi e le classi lavoratrici.

Non a caso, lo si può notare dalle facce inebetite di politici presenti nelle tv nazionali, quali Rete4, laddove la piddina ALESSIA MORANI, tipica faccia di marmo al cospetto di qualunque soluzione, non propone alternative alla chiusura di tutte le attività. Sarà dunque, un 2021 con lock down ad oltranza, dopo di che quando saranno  sterminati ristoratori, p. Iva, baristi, artigiani, etc etc, allora la classe dominante, consumato il grande RESET totale, passerà al cosiddetto incasso. Colonizzeranno le attività, trasformandoli in vendite per asporto di prodotti delle multinazionali, nel mentre il ceto medio sarà definitivamente abolito, riducendolo in PLEBE senza diritti alcuno e senza più nulla che sopravvivera’ con una  sorta di reddito universale, rendendo tutti docili e dominati. Una classe umana che diverrà schiava di tutti. Avete capito da dove parte il progetto 5 stelle? Quelli contro il MES? Contro la TAV? Contro il sistema del potere capitalista ed oligarchico? I 5 stelle rappresentano in Italia, l’ideale politico del patronato cosmopolita.  

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: