(Giovanni Coscia) – Si susseguono in queste trepidanti ore, per l’attesa del “parto” del nuovo governo, affinché il mago Draghi, possa risolvere questa crisi politica ed economica della nostra povera Italia. Giornali, giornaloni, testate televisive, ed anche l’aria stessa che respiriamo, ci fa sentire il suo scodinzolamento leguleo, nonché sottomesso e zelante, di quanti, in continuazione, sono allineati con l’ordine dominante capitalista. Si legge ovunque, del nuovo messia, Mario Draghi, ma mi ha colpito, in particolare modo, l’annuncio con una apertura di testata, proprio l’ANSA, che così titola: “DRAGHI CONVINCE I MERCATI”. Davvero interessante questa testata e questo pensiero, nel mentre dovrebbero chiedersi tutti, ma proprio tutti, se Draghi convince gli italiani. Selo stesso ex capo BCE sia gradito a noi tutti, e se soprattutto sia l’uomo che gli italiani gradiscono o desiderano al potere totale e non solo politico. Nulla di tutto questo parlano i giornali e la grande (sic) stampa. Ovvero, quella che influenza noi tutti, escludendo chi scrive e tanti altri, e diffonde l’opinione che maggiormente interessa al potere economico. Non importa, per la stampa nazionale, se gli italiani siano convinti di Draghi.

L’unica cosa che interessa tutti i maggiori quotidiani, senza dare il minimo peso agli interessi degli italiani. IM portante è. Che ad essere convinti di draghi, siano i mercati finanziari. Ecco il vero volto del Covid e della crisi politica. Un vero dispotismo finanziario. Siamo alla dittatura dei mercati. E chi comanda? Beh, datevi la risposta.! A decidere chi comanda, sono i mercati finanziari; sono gli interessi economici; E’ la dittatura definitiva dei mercati. Ecco perché non ci saranno le elezioni. Perché in ballo ci sono troppi miliardi da gestire, sia dalla politica che dai padroni cosmopolita che decidono per noi tutti. L’elite finanziaria, quindi il turbo capitalismo, decide per ognuno di noi. Ed ecco le ragioni del non voto e della risoluzione politica attraverso democratiche elezioni. Quelle che non ci saranno mai, se non a scadenza naturale. Vi sembra giusto tutto questo? Perché non apriamo bene la nostra mente e ragioniamo in modo da capire e comprendere il trucco della politica con i grillini in testa e Di Battista che si dimena quale forma di sciopero contro il suo vecchio e oramai inesistente 5 stelle? Insomma, si è compreso che i mercati finanziari e le lobbyes, stappano spumanti e champagne per festeggiare l’arrivo del capo dei mercati, Mario Draghi. Hip Hip Hurrà. Ed alzano il calice in segno di vittoria definitiva. Finalmente. Perché Draghi convince più dell’avvocato del popolo Giuseppe Conte.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: