Il 26 maggio si voterà anche per il Parlamento europeo. La Campania fa parte della Circoscrizione Sud. Le liste sono state presentate mercoledì. Gli elettori dovranno scegliere tra i candidati nelle liste della propria circoscrizione. La soglia di sbarramento è al 4 per cento. I parlamentari saranno eletti con sistema proporzionale. Diversi i candidati salernitani che aspirano ad un seggio. Nel centrodestra, in Forza Italia concorre Antonio Ilardi, mentre nella Lega c’è il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti, voluto da Matteo Salvini per inaugurare il nuovo corso della Lega al Sud. Il Carroccio punta su Lucia Vuolo, ex segretaria alla Provincia con Edmondo Cirielli. Fratelli d’Italia schiera il portavoce provinciale del partito, Ugo Tozzi, anestesista dell’ospedale di Battipaglia, ed una salernitana d’adozione: Carmela Rescigno, chirurgo del Ruggì.

Il M5s punta su 4 salernitani: l’uscente Isabella Adinolfi, Michela Rescigno di Castel San Giorgio, Enrico Farina di Battipaglia e Vito Avallone di Campagna. Nel Pd l’unica salernitana è l’ex consigliera regionale Anna Petrone, ma ha legami con Salerno anche il capolista, l’ex magistrato Franco Roberti, che ha diretto la Procura per diversi anni. Più Europa candida l’ex rettore dell’Università, Raimondo Pasquino, che è anche capolista, e tre salernitani: Alessandra Senatore (Pellezzano), Lucia Manderò (Agropoli) e Raffaello Adesso (Battipaglia). Il consigliere comunale di Salemo, Giuseppe Ventura, tenta l’avventura europea con la lista “Europa Verde”. E un salernitano corre anche con il Popolo della famiglia: Alfonso Gambardella. Sono 2, invece, i salernitani candidati con Forza Nuova: Alessio Feniello, padre di una delle vittime della tragedia dell’Hotel Rigopiano, noto anche per aver violato i sigilli dell’hotel per deporre dei fiori per il figlio Stefano, e Gerardo Vito Maria Mazza. Ed in “La Sinistra” c’è il docente universitario Fortunato Maria Cacciatore. Una competizione infuocata: a Battipaglia è scoppiata la guerra dei manifesti elettorali.

A denunciare il caso è Adesso. Nella tarda serata di venerdì, intorno alle 23, sulle pareti della città erano stati affissi i manifesti di Più Europa, ma ieri mattina erano tutti stracciati: Adesso ha sporto denuncia ai carabinieri della Compagnia di Battipaglia. «Sono stati violati i diritti d’informazione e propaganda con un atto di sciacallaggio, indegno e violento, che interferisce illecitamente con la campagna elettorale». 

WWW.CANALECINQUETV.IT

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: