Non ci sono riusciti: volevano far credere del razzismo a tutti i costi, ma hanno fatto ” l’acqua a la pippa”. Riesco a immaginarli che sbattono la testa al muro e si guardano, tra loro, come cani rabbiosi.

Per anni hanno frantumato le palle con la storia del razzismo senza capire nulla di quello che raccontavano.

Saviano, Boldrini, Lerner, Murgia, Fratojanni e ancora altri a scrivere quadernetti dei buoni e dei cattivi secondo la loro “fettuccia” graduata.

Che dire, poi, dei “copia incolla”, ben protetti nei rifugi tranquilli dei loro tinelli, che “menano botte” attraverso i social? Teste di cazzo senza arte né parte, filosofi del buonismo, con il culo degli altri, e che non hanno mai fatto opera di carità in vita loro.

Che dire di quelli che a lingua moscia ripetono sempre:”lo fanno anche gli italiani”? Certo. E ci mancherebbe!

Chi sfrutta la povera gente, con la scusa dell’integrazione dei migranti, non appartiene al genere umano e non c’entra un cazzo il colore della pelle.

La storia del “marocchino con gli stivali”Aboubakar Soumahoro,, ha scoperchiato il secchio maleodorante dello sfruttamento degli esseri umani. Lo hanno fatto parlamentare per rappresentare gli “ultimi” pur sapendo tanto di lui e dovrebbe chiedere scusa chi lo ha portato a esempio. Non lo faranno, la loro supponenza e piu forte della serietà.

A noi delle scuse fotte poco, lo sapevamo da sempre e sempre abbiamo registrato il falso buonismo di costoro.

Scornatevi tra voi, ma non parlate piu di razzismo…trovate un argomento nuovo…magari il Fascismo. Antonio Chiarello

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js