29 Maggio 2024

MOVIMENTO 5 STELLE: LA CONFERMA DELLA VERGOGNA

E’ stata nominata Ministro della istruzione e reca sul groppone, il marchio dei 5 Stelle. E’ la neo “nominata” dal premier Giuseppe Conte: LUCIA AZZOLINA, radical chic dei 5 stelle, che conferma il voltafaccia a quanti avevano conferito loro, credibilità politica e soprattutto fiducia in un cambiamento del sistema consociativo, anatema indiscusso di una categoria, quella politica, finalizzata al bene personale e non certo alla risoluzione delle problematiche della nazione.

E tanto per mantenere ferme le posizioni sui tradimenti e sui volta faccia, l’ennesimo atto infame di una moralità umiliata e sbattuta in faccia agli italiani è in ordine di tempo, quella della neo ministra Lucia Azzolina, provenienza diretta grillina che meno di un  anno fa, aveva esternate le seguenti dichiarazioni: “sono stata intervistata da una emittente televisiva  in riguardo al taglio dei numeri dei parlamentari; un taglio che io condivido in pieno –affermava la Azzolina – perché porterà ad un risparmio di mezzo miliardo di euro a legislatura. E’ tantissimo – sosteneva la neo ministra – e che potrebbero essere utilizzati per tante altre cose. Il PD,  ovviamente ha votato NO, sostiene ancora la grillina saltafossi, ma il PD va sempre contro-corrente. Il Pd ha votato NO ed è lo stesso partito che voleva eliminare il SENATO; eliminare il senato, si, ma diminuire il numero dei parlamentari NO. Non contenti di questo, il PD sta pure raccogliendo le firme CONTRO IL REDDITO DI CITTADINANZA, -sosteneva la stessa-, ovvero contro quelle misure che daranno una mano alle fasce più deboli della popolazione. VIVA LA SINISTRA ITALIANA- dichiarava LUCIA AZZOLINO- contro quel PD del quale Berlinguer si rivolta nella tomba ad ascoltare le cretinate che affermate tutti i giorni. Stesso dicasi per Marattin, PD, camera dei deputati, del quale afferma e sostiene che noi dei 5 stelle ci pavoneggiamo ogni tre mesi con questi eventi di restituzione.

E precisamente ha detto Marattin che noi abbiamo restituito  2 lire. Dunque, Marattin, -acclara nella intervista la Azzolino – se due milioni di euro restituiti alla protezione civile, da utilizzare per le popolazioni alluvionate sono 2 lire, invito te ed il tuo PD tutto a fare la stessa cosa. Cosa posso affermare, -chiudeva la neo ministra dell’istruzione -: voi del PD siete un partito in estinzione; una specie di dinosauro preistorico che studieremo presto  nei libri di storia. La sinistra che dice NO al reddito di cittadinanza, NO al taglio dei parlamentari, si permette di giudicare anche le nostre  restituzioni. Ecco chi è la nuova ministra o “minestra della istruzione. Una che calpesta la moralità e quanto affermato in campagna elettorale sulla sinistra italiana e proprio sul partito che fu di Renzi dopo e Berlinguer prima. I grillini forse avevano ben celato la propria natura politica forse, considerati i rumors che in questi ultimi giorni, risaltano sulle rete. Grazie al Senatore Gialnuigi Paragone, sono venute fuori le verità di un movimento che ha ingannato i propri elettori, mettendo in risalto la propria natura, derivata da quella di un comico, che ha realmente preso in giro gli italiani. Non certo chi firma l’articolo, da sempre su posizioni di scetticismo perenne sui grillini e sulla loro gestione. Parlamentari che come cagnolini ascoltano il padrone, senza possibilità alcuna di proporre una iniziativa partorita dalle proprie idee, dalla propria testa. Hanno un padrone e loro sono i servi. Tanto non capita a tutti essere Senatori o deputati della repubblica, vero?  E giù, ancor di più, nei sondaggi. Oramai il precipizio è a soli due passi. Grillo ha già scavato la buca.Giovanni Coscia

About Author