21 Aprile 2024

PAESTUM, AL BERLUSCONI DAY CLIMA DI FESTA E DI PROPOSTE, OGGI SI REPLICA

Berlusconi Day, la famiglia resta a Milano. Il fratello: «Impensabile  staccarci da Forza Italia»

 

 Siamo ripiombati nel 1994. Nella sala ristorante parte l’inno di Forza Italia. Anche i camerieri lo canticchiano con discrezione. Per forza. È come una canzone che affiora alla radio e ti ricorda i tuoi vent’anni.

Nella sala convegni sono stipati in tremila. Ventenni vestiti come a un matrimonio, con la spilletta del partito attaccata alla giacca. Sventolio frenetico di bandiere del partito.nostalgia e nessun clima da funerale.

E’ questa l’aria che si respira alla kermesse di tre giorni di Forza Italia a Paestum, nel giorno in cui il Cavaliere avrebbe compiuto 87 anni. Il Berlusconi Day ha preso il via con il coro del conservatorio di Salerno che ha intonato l’inno d’Italia e poi l’Inno europeo. Una serie di bandiere di Forza Italia, sventolate nella platea, nel ricordo del presidente da parte del popolo azzurro, e in ogni angolo della location in cui si svolge l’evento. A Milano gli viene dedicato il Belvedere del grattacielo sede la regione Lombardia.

Ad Arcore i figli, Marta Fascina ed i fedelissmi, tra cui Gianni Letta, lo ricordano. La compagna dell’ex premier gli fa gli auguri sui social nella certezza che saranno “legati” per sempre. Il cuore delle celebrazioni è comunque a Paestum.

All’ingresso dell’hotel Ariston, che ospita la manifestazione – promossa dall’eurodeputato Fulvio Martusciello, coordinatore regionale in Campania – un grande murale tappezzato di foto con il Cavaliere sorridente accoglie i partecipanti. Di fronte a questo enorme collage di foto, su alcuni tavolini, alcune sculture del Cav di varie dimensioni, realizzate dall’artista bolognese Eugenio Lenzi. In una, in particolare, viene rappresentato insieme al suo fedele amico di vita, il cane Dudù. “Opera che prende spunto dal suo insegnamento di spingersi sempre oltre, sicuri dei propri passi, accompagnati dagli amici fedeli”, si legge su alcuni volantini messi accanto alle sculture. Ci sono poi disegni, manifesti elettorali, riproduzioni di copertine di quotidiani e settimanali. Dal palco dell’evento, il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani, segretario del partito, ci ha tenuto a sottolineare che non c’è nessuna nostalgia, ma che sono “milioni di italiani che guardano avanti, e che hanno un grande maestro cha ha indicato loro la via”. Il segretario di Forza Italia ha poi precisato che “non c’è nessun clima da funerale” e “nessun lutto da elaborare”, ma “andiamo avanti e guardiamo al futuro”.

Berlusconi è stato ricordato anche a Milano intitolandogli il belvedere che si trova al 39esimo piano di palazzo Lombardia, sede della Regione. Alla commemorazione hanno partecipato, fra gli altri, la figlia Barbara, il fratello Paolo, gli amici di una vita Fedele Confalonieri, presidente Mediaset, e Adriano Galliani che, in collegamento dal palco di Paestum ha detto di essersi commosso per l’unità dei cinque figli del Cavaliere ricordando un pranzo ad Arcore “meraviglioso” in memoria del presidente.

Presenti all’intitolazione anche il vicepremier Matteo Salvini, la capogruppo di Forza Italia al Senato Licia Ronzulli, il sottosegretario all’editoria Alberto Barachini, il capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo e il governatore Attilio Fontana a fare gli onori di casa. Dal palco della kermesse è arrivato anche il saluto dei figli del presidente di Forza Italia, in una lettera che è stata letta da Tajani: “Carissimi, Berlusconi per noi è stato il padre migliore che si potesse desiderare, per voi il fondatore e la guida politica, per tanti un grande imprenditore, e per moltissimi semplicemente Silvio. La nostra famiglia è al vostro fianco in nome dell’amore che ci legherà per sempre al nostro papà e del rispetto per cui ha combattuto e in cui ha impegnato tutto se stesso. Marina, Pier Silvio, Barbara, Eleonora, Luigi”.

Una giornata all’insegna del ricordo ma anche della proiezione verso il futuro del partito, nel solco della linea disegnata dall’ex premier.

About Author