ALFIERI RIPRENDE IL CAMMINO TRACCIATO DA ITALO VOZA E CON IL CONSIGLIO COMUNALE AVVIA LA RICHIESTA

Ora Paestum non si nasconde più Dopo il riconoscimento del mondo intero quale capitale del turismo archeologico e dopo essere stata esaltata quale sito archeologico meglio tenuto al mondo ora si candida ad un ruolo importante e che le appartiene.Il cammino intrapreso dal sindaco più pestano del mondo Italo Voza,vive nei templi, dandole il nome del comune(Capaccio stona ancora sarebbe stato meglio toglierlo) è stato raccolto da Franco Alfieri e dall’attuale presenza politica reggente nel comune,maggioranza e opposizione.

Alfieri e il consiglio comunale ha candidato questa perla straordinaria del sud Italia quale capitale italiana della cultura.Italo Voza che trattò questo argomento su più fronti e girando ministeri e stanze romane vede esaltato il suo operato proprio da chi poi qualche anno dopo lo ha battuto alle elezioni.E’ il segno della democrazia ma a è anche l’apertura e la visione della politica di uno come Alfieri.Dal palco di Voza Alfieri già riconosceva tanti meriti allo stesso ex sindaco e non a caso l’azione di Alfieri ad Agropoli era di pari passo con quella di Voza a Paestum.Poi è finita come è finita, ma quando le scelte sono serie e alte e frutto di unione per il territorio si trova sempre la via d’uscita.  Il titolo è stato istituito dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo nel 2014. L’obiettivo è “sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura. In quei giorni cominciarono le iniziative di Italo Voza,al’epoca sindaco, strozzate dai leoni della tastiera che a Capaccio,ma non solo,trasbordano tra cattivi,falliti,schifosi e nullafacenti.

Proprio loro incattivendo la politica hanno consegnato il paese agli stranieri.Alfieri però il sindaco lo fa per mestiere e per il ras di Torchiara non sarà stato difficile rimettere a posto le cose riattivando la piscina,riprendendo il progetto del sottopassaggio e candidando Paestum quale capitale turistica.Coerenza,bravo Alfieri,perchè in silenzio e con umiltà ha continuato il lavoro avviato da uno dei migliori sindaci della storia di Paestum Italo Voza,perciò Alfieri è un grande sindaco oltre che un grandissimo politico.La sua è un’azione determinata per la crescita e lo sviluppo dell’intero comprensorio.Questo significa essere sindaco di tutti.Contano i fatti,ci siamo,ci sono i fatti.Voza se avesse fatto il secondo mandato avrebbe fatto questo,lo sta facendo Alfieri e va bene lo stesso.Sale alta la politica capaccese con i falliti rimasti dietro la tastiera e con i propositivi a riprendere il ruolo di guida esaltando la natura,storica, turistica ed economica che i suoi cittadini le hanno dato lavorando,investendo,costruendo,amando la loro terra.Paestum merita di essere la capitale italiana della cultura,lo deve essere.Forza Alfieri. Sergio Vessicchio

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: