26 Maggio 2024

SAN CARMELO SALVA IL PORTICI,L’AGROPOLESE CONDEMI SUGLI SCUDI

Quando ha preso la situazione in mano, il Portici militante nel campionato di serie D, sembrava disperata. I numeri che ha fatto Carmelo Condemi sono impressionanti e hanno azionato la marcia più alta per restare in serie D, categoria poi che una città così grande e storica come Portici merita tutta e ad onor del vero meriterebbe anche di stare nei professionisti. Ma Portici si è assuefatta a categorie dilettanti che le stanno strette. Condemi ha preso una squadra ultima in classifica con molti problemi e che non riusciva ad andare più delle ultimissione posizioni, in 6 giornate ha fatto 5 vittorie , tra queste quella a Taranto con la prima in classifica, e una sconfitta ad Andria,e l’ha portata alla salvezza in anticipo, ha fatto un autentico capolavoro. L’ultima vittoria contro il Molfetta per 4-2 ha dato la matematica certezza di restare in serie D.

Chiedere al diretto interessato come ha fatto è un’impresa perchè ci sarà stato un segreto tanto segreto da non poterlo far emergere. Sta di fatto che queste 6 partite rimarranno per lungo tempo impresse nella storia di Portici sportiva. Condemi si è affidato ad una squadra motivata nonostante le posizioni di classifica perchè ha saputo cacciare dai giocatori quella grinta e quela personalità che sapevano di avere. Il giorno dopo il risltato raggiunto a Portici non si parla di altro, è Condemi è slla bocca di tutti. sarà confermato? Radio mercato dice di si e questa volta ci sarà anche il pubblico allo stadio e magari si potrà vedere un Portici in lotta per le zone più alte della calssifica. Tutti i giocatori che hanno firmato questa salvezza sono da prendere ad esempio e da eleogiare perchè hanno seguito Condemi e la cometa che li portava verso la salvezza.. Ma se dovessimo rubarne qualcuno prenderemmo Prisco, D’Acunto e Bisceglia. Buona fortuna al Portici e a Condemi. Questa salvezza è sicuramente è un successo di valore da mettere nello scrigno della storia della storia di questa squadra. Sergio Vessicchio

About Author