Delusione totale, la Salernitana passa da una salvezza quasi certa ad un goal all’ultimo minuto di recupero, il nono, dato scandalosamente dall’arbitro Di Bello storicamente un anti granata anche se in precedenza aveva tolto un rigore agli ospiti.ma come si fa a dare un minuto a dare nove minuti di recupero. Una vergogna, uno scandalo.

Salernitana-Cagliari: cronaca del primo tempo

Partita molto equilibrata nella prima frazione di gioco. La Salernitana cerca subito di aggredire in avvio, mentre il Cagliari cerca di ripartire in contropiede. Con il passare dei minuti i sardi aumentano l’intensità del proprio gioco e sfiora il gol del vantaggio con Joao Pedro al 20° dopo una bella serpentina in Serie A. I granata provano a reagire nel finale della prima frazione di gioco con un paio di buone giocate di Djuric, ma che non trovano lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Salernitana-Cagliari: cronaca del secondo tempo

La seconda frazione di gioco si apre con la Salernitana molto più aggressiva rispetto ai primi 45 minuti. La gara continua comunque ad essere molto fisica e non mancano i contrasti duri in mezzo al campo. Al 68° ecco la svolta del match: Kastanos, appena entrato in campo, viene fermato irregolarmente da Lovato in area di rigore e l’arbitro fischia il penalty. Verdi realizza dal dischetto e porta in vantaggio la Salernitana. Negli ultimi minuti la Salernitana abbassa il baricentro e il Cagliari prima sfiora il pareggio su un presunto calcio di rigore, poi lo trova al 98° con Altare sugli sviluppi di un corner. La partita termina con il risultato di 1-1, discorso rimandato per la salvezza tra Salernitana e Cagliari.

Di admin

Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: